MUSICA

SHOPPING EXPERIENCE - MUSICHE E SLOGAN PUBBLICITARI

MUSICA: Diffusione pubblica e diritti

SIAE,LEA,SCF,NUOVO IMAIE, ITSRIGHT ed alternative, come orientarsi con le nuove norme

Diffondere musica all’interno di un’attività commerciale implica, da sempre, il fatto di dover corrispondere a società denominate “di gestione collettiva” i diritti per la diffusione della musica stessa.

Per anni la riscossione di tali diritti è stata affidata a due società: SIAE (per i diritti d’autore) ed SCF (per quelli di proprietà del master). Negli ultimi anni poi, come alternativa alle prime due, si era aggiunta una terza società denominata SOUNDREEF.

 

LE NUOVE NORME

Dal 2017 però le norme sui diritti musicali sono cambiate. L’Europa ha introdotto una nuova legge che di fatto liberalizza la gestione dei diritti musicali e quindi, come già accaduto negli altri stati europei, anche in Italia si sono aggiunte altre società oltre a quelle già esistenti. Il compito di tutte queste collecting society  è quello di raccogliere i proventi della pubblica diffusione al fine di ripartirli ai loro iscritti (case discografiche, editori, autori, compositori, interpreti e musicisti).

 

COME SCEGLIERE LA GIUSTA MUSICA

Per chi ha un’attività commerciale, le soluzioni per poter diffondere musica nei propri locali sono sostanzialmente due: una prevede l’utilizzo di musica famosa e l’altra l’utilizzo di musica alternativa non famosa. Chiaramente, nella maggior parte dei casi, questa scelta dipenderà soprattutto dal budget che si intende dedicare alla musica stessa. Analizziamo le possibilità:

Licenza SIAE, LEA, SCF, ITSRIGHT

Si tratta della soluzione cui siamo abituati da sempre, ovvero quella classica che prevede licenze con SIAE ed SCF (cui però, per effetto della liberalizzazione, si sono aggiunte anche LEA ed ITSRIGHT). Fare accordi con queste società significa sostanzialmente poter trasmettere tutti i brani più famosi praticamente senza limitazioni.

VANTAGGI

  • Praticamente nessun limite nella creazione del palinsesto musicale e nella scelta dei brani di artisti più famosi e generi differenti per ogni occasione e ricorrenza.
  • Evergreen e Hit del momento.

SVANTAGGI

  • Costi delle licenze elevati e al momento sommatori poiché queste società, non avendo raggiunto ancora accordi per poter essere rappresentate da un unico soggetto, si presentano tutte separatamente ed ognuna con il proprio listino.

Licenza con SOUNDREEF e LEA o altri cataloghi stranieri

In alternativa alle società di cui sopra si può optare per SOUNDREEF (la cui licenza annette anche l’accordo con la società di gestione dei diritti d’autore LEA) oppure per cataloghi di società straniere che offrono più o meno lo stesso servizio di Soundreef.

VANTAGGI

  • Licenza unica, senza necessità di trattare con 4 collecting society
  • Costo inferiore rispetto a SIAE, SCF, ecc.

SVANTAGGI

  • Canzoni non famose ma comunque di buona qualità
  • Discreta possibilità di differenziare i generi

Licenza con società o compositori che gestiscono in modo diretto i propri diritti

Le nuove normative europee ora permettono un grande sviluppo di offerte musicali proposte da società che acquistano o che hanno tutti i diritti di brani musicali e li rivendono senza intermediari. Una semplificazione notevole rispetto al mercato musicale per come lo abbiamo conosciuto fino ad oggi.

Questi soggetti non sono iscritti a nessuna collecting society e possono licenziare direttamente i loro brani senza bisogno di intermediari. Chi sceglie di usare questi cataloghi dovrà accordarsi privatamente con il possessore dei diritti o con il proprio provider e non dovrà pagare SIAE, SCF, ITSRIGHT, LEA e/o SOUNDREEF.

Naturalmente diventa però fondamentale l’ascolto del catalogo proposto. In questa categoria infatti si possono trovare cataloghi musicali molto gradevoli che non hanno nulla da invidiare a quelli più blasonati, così come pure possono esserci cataloghi non eccezionali suonati e cantati con poca professionalità. Qui conta molto l’esperienza e la bravura del proprio music provider di fiducia che, in questo caso, diventa un vero e proprio consulente artistico per il cliente.

VANTAGGI

  • Licenza diretta con il music provider senza intermediari
  • Costi molto più bassi rispetto alle soluzioni precedenti

SVANTAGGI

  • Canzoni non famose per lo più strumentale ma comunque di buona qualità
  • Poca possibilità di differenziare i generi

PUBLIVALE comunicazioni è in grado di offrire tutte le soluzioni disponibili oggi sul mercato ed  accompagnare il cliente nella scelta più adeguata per la creazione di playlist musicali uniche e su misura.

Vuoi creare una Radio in Store o una Web Radio con Publivale?

Richiedi un incontro conoscitivo senza impegno.